Saturday, November 7, 2009

La crostata di mele e mandorle e' di Adriano Continisio


I apologize to my English readers but I have no choice but to join this protest against plagiarism. A well known Italian TV personality "stole" the following tart recipe from Adriano's blog, Profumo di Lievito, and passed it for hers during a TV appearance. Apparently the same woman did the exact thing back in 2003 to Lydia of Tzatziki a colazione. Many Italian food bloggers are publishing Adriano's original recipe today, giving him the credit, and the amazing thing is that nobody is writing the plagiarist's name as everyone knows who she is (except me since I live in the USA and I am clearly not following Italian TV). Don't you love the Internet? Power to the masses! This recipes looked amazing, and I had heard about it from other bloggers so I was happy to try it with or without the protest. The title means "The Apple and Almond Tart is by Adriano Continisio". Adriano wrote about the experience here, and Lydia here.


Pasta Frolla is an Italian version of tart dough, made by mixing the butter with the flour until sandy and then adding the liquids. I had been meaning to try Adriano's recipe anyway since many blogs complimented on it, so here you go, try it too.

The original recipe appeared here, and I am going to reproduce it to the letter, and you can find a translated version at the bottom of the post.

Oggi partecipo a questa protesta, organizzata da Rosy of Rosemarie & Thyme, copiando la ricetta di Adriano pari passo, e il testo seguente da Rosy.

Perchè oggi 8 novembre 2009 molti food bloggers e forumisti pubblicano in contemporanea questa ricetta?

Per solidarietà con Adriano Continisio che l'ha inventata e pubblicata sul suo blog già nel 2007.

Riassumendolo in pochissime parole, questa manifestazione vuole porre l'attenzione prima di tutto sulla necessità di un comportamento corretto per chi usa la rete nei confronti di chi pubblica materiale. Spesso si sceglie di mettere a disposizione il proprio materiale o lavoro con una licenza che permette di usarlo a condizione che se ne citi la fonte e questo è già un dono, a mio avviso. Si dice a chi legge: puoi gratuitamente utilizzare il materiale, puoi prenderlo, ma devi specificare che è mio e dire dove l'hai preso. Non è chiedere molto!

Altra importante condizione è che il materiale non venga usato a scopo di lucro.
Quando tutte e due le condizioni non vengono rispettate è evidente che la cosa è ancor più grave.

Questa volta è capitato ad Adriano, ma nel tempo è già capitato ad altri. Creare un tam tam è forse il primo di tanti passi per avversare il fenomeno, perciò ci siamo uniti e oggi pubblichiamo con il nome del suo autore la ricetta e la foto della crostata che ognuno di noi ha preparato.

E' ora che tutti sappiano di chi è la farina e pure il sacco!!!!! Crostata di Mele e Mandorle ricetta di Adriano, di Profumo di Lievito Ingredienti 400 gr pasta frolla*
4 mele grandi (ca. 600gr al netto degli scarti) 80 gr di zucchero 4 cucchiai di amaretto di saronno succo di mezzo limone poca cannella in polvere massa di mandorle 120 gr uova intere 60 gr zucchero 50 gr farina di mandorle 15 gr farina di mais fioretto 15 gr di fecola un pizzico di sale estratto di mandorle una manciata di mandorle a lamelle sciroppo di zucchero, marmellata di albicocche.
Saltare a fiamma alta le mele sbucciate e tagliate a cubetti, miscelate con il succo di limone e lo zucchero, fino a che non risultino asciutte ma non spappolate. Incorporare il liquore e la cannella e lasciare raffreddare.
Foderare uno stampo da 26cm e cuocere in bianco per 15 minuti (i primi 10 con carta da forno e riso). Nel frattempo montare le uova con lo zucchero ed il sale, incorporare delicatamente le polveri e poche gocce di estratto. Pennellare la frolla con poca marmellata, versare le mele, coprire con la massa e cospargere con le mandorle a filetti. In forno a 170° per ca. 20 minuti. All'uscita dal forno lucidare con sciroppo a 30°be.

Per chi non conosce l'antefatto la storia è su Profumo di Lievito, il blog di Adriano



Dal post di Adriano i seguenti chiarimenti sul dolce:

Quanto conservare la crostata
Adriano: la marmellata fa da parziale barriera, ma la frolla tende ed assorbire l'umido delle mele. Una giornata regge. La farcia è morbida e la copertura inizialmente croccante, poi si ammorbidisce.

Come ottenere lo sciroppo a 30° be per lucidare la torta
Adriano: per lo sciroppo: versare 100 gr di acqua in un pentolino, aggiungere 135 gr di zucchero semolato, portare ad ebollizione, poi lascia reffreddare.

Le uova come sono pesate?
Adriano: le uova vanno pesate senza guscio.

*Per la pasta frolla
la mia ricetta è questa, dividete per 4 o 5
1000 gr farina 0 biscotto (in alternativa 900 gr 00 e 100 gr fecola di patate)
500 gr burro appena morbido
250 gr zucchero a velo (200 se utilizziamo il miele)
200 gr uova intere (oppure 150 gr uova e 50 gr di miele d’acacia se vogliamo una frolla morbida)
6 gr di sale sciolto in 20 gr di succo di limone
6 gr di lievito istantaneo (se utilizziamo farina normale)
zeste grattugiate di un limone
1 cucchiaino di essenza di vaniglia.


Per ulteriori spiegazioni cliccare su La pasta frolla perfetta di Adriano.

For English readers

Apple and Almond Tart

400 gr of Pasta Frolla*

4 big apples (600 gr after cleaning them), cut in cubes
80 gr sugar
4 TBS Amaretto di Saronno liquor
juice of 1/2 lemon
cinnamon

Cook the apples with the sugar and the lemon juice until dry but not too soft. Add the liquor and the cinnamon. Let cool.

Almond Paste
120 gr eggs
60 gr sugar
50 gr almond meal
15 corn flour
15 corn starch
Pinch of salt
almond extract

1/2 cup of sliced almonds
apricot jam

Pre-heat the oven at 350F. Line a 9"-10" tart mold with the pasta frolla. Blind bake the tart crust with pie weights for 15 minutes, removing the weight for the last 5 minutes. While the tart is baking, beat the whole eggs with the sugar and the salt, gently incorporate the dry ingredients and few drops of almond extract. Brush some apricot jam on the crust, add the cooked apples, cover with the almond paste, spread the sliced almonds on top and bake in a pre-heated oven at 350F for about 20 minutes. Brush the top with some sugar syrup (100 gr water and 135 gr sugar, brought to a boil and cooled).

*Pasta Frolla

1000 gr pastry flour
500 gr butter, softened
250 gr powder sugar
200 gr eggs (about 3 large eggs)
6 gr salt
20 gr lemon juice
6 gr baking powder (if using a/p flour)
zest of 1 lemon
1 tsp vanilla extract

Slightly beat the eggs until the salt is dissolved. Mix the flour and the butter in the bowl of a mixer fitted with a paddle attachment until sandy. Add the sifter powder sugar and mix fore few seconds. Add the eggs to the flour/butter mixture and mix until the dough comes together. Wrap tightly and chill in the refrigerator until ready to use. Divide it in portions, wrap tightly and freeze it.

Laura's notes:

*I used more like 200 gr of pasta frolla for my 9" tart, maybe I rolled it too thin. The pasta frolla was nice and soft, easy to roll and not sticky at all.

*This recipe lends to many variations, so it is surprising that the above mentioned TV personality didn't try to change it and make it her own. I can picture the apples cooked with brown sugar and star anise, and other liquors added to the almond paste. The crust can also be modified with the addition of nuts for example.

*The tart took much longer to cook, it was really pale for a long time. I also over beat the eggs so the filling is more spongy than creamy.

* The apple filling was too sweet in my opinion, next time I will use less sugar.

* The cake was really good, the crust nice and soft, the flavors went well together, definitely a keeper.

10 comments:

Lory said...

Ciao Laura, sono veneziana come te. Ho conosciuto il tuo blog giusto per questa protesta a cui ho pertecipato anch'io col mio.
Un saluto dall'Italia, ma soprattutto da Venezia centro storico. :)

Scribacchini said...

Dear Laura
The real reason why none of us wrote the TV "lady"'s name is that in Italy you'd better not call a thief a thief. Sad to say...
Kat

enza said...

evvai laura.
bella la spiega agli mmericani e agli anglofili.

Laura said...

Lory, saro' a Venezia a Natale, non vedo l'ora, grazie per la visita!

Kat, it is so true! I am more curious than ever to know the name of the person though. Thanks for stopping by.

Enzina, non potevo non spiegarmi, cosa dici? Mi e' piaciuto questo atto di solidarieta'.

Scribacchini said...

Curiosità più che legittima. Non trovo il tuo quindi scrivimi all'indirizzo in home page
Ciao. Kat

Y said...

What a gorgeous looking dessert. Sad to hear that the recipe was 'stolen'. I hope credit is eventually given, where credit is due.

Jill said...

Wow, I just can't believe that people take other people's work and pass it off as their own--that is so wrong!

This tart recipe looks like a really good one--thanks for sharing!

P.S. AWESOME pictures! :)

natalia said...

Cara Laura, come al solito sei fantastica e gentilissima !I tuoi sushi saranno fantastici ! Che mercato fai ? Ti abbraccio e spero che prima o poi tu venga a farci una visita quaggiù !!

Jenny Tan said...

It so sad when one uses someone else' achievement and not give credit to the person!
The tart looks SO GOOD...and I am so grateful for your translation! I'll have to bookmark this page! Thanks.

Mimi said...

That is a lovely crostata. I haven't made one in years. I may have to try this one out!

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails